Editoriale Tecnologia

Internet via satellite: tutto ciò che c’è da sapere

Circa il 50% della popolazione mondiale ha accesso a internet e si stima che nei prossimi anni si arriverà al 70% della popolazione, stiamo parlando di circa 5 miliardi di persone.
L’anno in corso segnerà un momento di sviluppo e cambiamento perché le principali aziende dedite alla comunicazione si affideranno alle reti satellitari per favorire questa crescita esponenziale dell’uso di internet.
Quando si parla di rete satellitare si intende la tecnologia che permette di navigare in rete grazie alla presenza di satelliti orbitanti intorno alla terra.
Sono ormai lontani quei tempi in cui per connetterci ad internet era necessario aspettare parecchi secondi per far sì che il modem si collegasse con quell’inconfondibile rumore fastidioso! Senza contare che se si utilizzava internet la linea telefonica risultava occupata.

Modem 56k

Gli anni ’90 sono passati da un pezzo, ora la connessione internet arriva con la copertura adsl e  una volta acceso il computer siamo subito on line. Tutti noi abbiamo la connessione a casa ma, nonostante l’ascesa della tecnologia, è da ammettere che alcune zone in Italia non hanno la copertura adsl né tantomeno la fibra ottica. In questo caso ci viene in soccorso internet satellitare, che permette di navigare a una buona velocità ovunque ci si trovi.
Bisogna infatti tener presente che la qualità della connessione via satellite è inferiore alla linea adsl e ha costi maggiori. Per poterne usufruire bisogna infatti acquistare un kit di installazione.
Ciononostante, la differenza tra queste due connessioni è presente in Italia, mentre in altre parti d’Europa esse sono praticamente identiche sia per la qualità che per i costi. Anzi, internet satellitare può essere utilizzato ovunque perché tutto il pianeta è coperto.

Vediamo insieme come funziona nello specifico internet satellitare: in primis abbiamo, per l’appunto, i satelliti, con il compito di trasmettere il segnale dall’orbita geo-stazionale, fino a terra; abbiamo poi le stazioni terrestri che captano il segnale proveniente dai satelliti per trasmetterlo alle dorsali internet (dorsali: vie di comunicazione che connettono tra di loro grossi segmenti strategici della Rete) che portano il messaggio verso i server dei satelliti internet; la parabola installata fuori dalla propria abitazione fa “rimbalzare” il segnale e lo veicola in casa; infine il modem satellitare direttamente collegato alla parabola.

Può sembrare un sistema macchinoso, ma sicuramente risulta essere una valida alternativa a chi non ha copertura adsl perché abita in un posto sperduto o, magari, per chi si trova in vacanza in un luogo paradisiaco e non può mai rinunciare alla connessione.