#29 5 motivi per sostituire l’Email con l’Instant Messaging nella Professione

by Francesco Posati 2.987 views0

instant messaging, chat

Qual è il modo più veloce che hai per mandare un messaggio?

La risposta oggi è Whatsapp, Messanger, Telegram, WeChat, Snapchat.

Nella vita quotidiana

L’Instant Messaging ha influenzato la comunicazione quotidiana personale. Flood di messaggi intasano i nostri smartphone. Ansie e Paranoie sulle doppie spunte del messaggio che è stato consegnato ma che il nostro destinatario non ha ancora letto. I gruppi di WhatsApp con 10 mila notifiche al secondo, avvisi continui su ogni dispositivo, che ti costringono a silenziare in eterno i gruppi a cui spesso ti hanno iscritti a forza.

Sul lavoro

La Messaggistica Istantanea sta cambiando anche il mondo del lavoro, sempre più flessibile e dinamico, in cui il mezzo di comunicazione più usato era senza dubbio fino a ieri l’email. Oggi le grandi aziende stanno integrando sempre più le applicazioni di messaggistica nei contesti lavorativi, migliorando la user experience dei clienti.

Nella Pubblica Amministrazione

Anche la PA, che si sta aprendo verso la multicanalità, adotta l’IM per comunicare all’esterno con i cittadini, e all’interno tra i dipendenti, favorendo la collaborazione a distanza nello scambio link e file.

Nella puntata #29

T’illustro 5 motivi per cui tu, Avvocato Tecnologico, dovrai integrare l’Instant Messaging nella tua comunicazione professionale. La mail da poco ha scalzato il caro fax nella Professione forense, ma è ormai superata dalle nuove tecnologie digitali.

Oggi la comunicazione tra Avvocati e clienti è migliorata in modo più semplice, flessibile e veloce e viaggia sui canali della Messaggistica Istantanea. Scopri perché…

Ascolta il Podcast

  • Commenta la puntata o iscriviti alla newsletter per rimanere sempre aggiornato
  • Ascolta #PCTfacile anche su iTunes; Soundcloud e Spreaker
  • Unisci al canale Telegram #PCTfacile
  • Contribuisci alla messa in onda della puntata collegandoti a Paypal oppure finanzia il podcast in crowdfunding su Patreon. Riceverai contenuti in esclusiva della puntate

E ricorda, viviamo il #futurodigitale

Leave a Reply